Indietro

Virus Zika: Consigli per viaggiare in sicurezza dal Gruppo AXA

Virus Zika: Consigli per viaggiare in sicurezza dal Gruppo AXA

viruszikaaxa

Dal 2015 in Brasile e in altri paesi dell'America latina è aumentato il numero di casi di Zika virus; l'OMS ha dichiarato che i casi registrati rientrano in una «situazione d’emergenza sanitaria di rilevanza internazionale». La malattia viene trasmessa dalla zanzara portatrice della febbre gialla (Aedes aegypti) e si sospetta possa essere responsabile di malformazioni craniche e cerebrali nei neonati. A donne incinte vengono sconsigliati infatti viaggi nelle regioni colpite.

Il Gruppo AXA ha seguito costantemente gli sviluppi della malattia. Avvalendosi dell’ausilio di medici internazionali come il Dr. Cai Glushak, International Medical Director e Chief Medical Officer di AXA Assistance e AXA Travel Insurance, ha predisposto dei bollettini informativi con aggiornamenti continui sulle precauzioni da adottare, in caso di viaggio verso paesi a rischio.

Raccomandazioni generali per i viaggiatori diretti nei Paesi colpiti (link con elenco zone colpite dal virus http://ecdc.europa.eu/en/healthtopics/zika_virus_infection/zika-outbreak/Pages/Zika-information-travellers.aspx)

- Alle donne incinte che intendono intraprendere un viaggio si consiglia di consultare il proprio medico o ginecologo e di rimandare la partenza verso tutte le destinazioni nelle quali sono presenti focolai di infezione da virus Zika.

- I viaggiatori che si recano nei Paesi tropicali di qualsiasi continente, soprattutto le donne incinte, le persone affette da disfunzioni del sistema immunitario o da altre malattie croniche, come pure i viaggiatori con bambini piccoli, dovrebbero consultare un medico per informarsi su tutti i pericoli per la salute legati alle malattie tropicali.

- I viaggiatori che si recano nei Paesi tropicali di qualsiasi continente dovrebbero informarsi sulla situazione epidemiologica della regione di destinazione al momento del viaggio e proteggersi contro le punture delle zanzare, sia negli spazi chiusi, sia all’aria aperta, utilizzando prodotti contro gli insetti (repellenti) e zanzariere (soprattutto nei locali non climatizzati) come pure indossando abiti lunghi che coprono la maggior parte del corpo.

Per maggiori informazioni visualizza la pagina dedicata